Translate

venerdì 22 gennaio 2016

2038 la rivolta (Francesco Grasso)

 
banner Consigli di lettura (recensioni)




Ho riletto recentemente questo bel libro di Francesco Grasso, uno dei più noti autori italiani di fantascienza (ma anche fantasy, giallo e horror) e mi è sembrato giusto consigliarlo a chi ancora non lo conosce.



2038: la rivolta
copertina di 2038: la rivolta

"Masaniello è tornato!", cantava anni fa Pino Daniele e questo era il titolo originario del romanzo di Francesco Grasso, vincitore della 11ª edizione del Premio Urania, poi pubblicato come 2038: La rivolta nell'omonima collana (Urania n. 1403, 2000).
Una storia ambientata in Italia, in una Napoli del futuro degradata e violenta, abbandonata dallo Stato e dilaniata dalla guerra infinita tra trafficanti di droga e polizia corrotta, in cui compare improvvisamente uno strano personaggio, apparentemente invincibile e dalla forza sovrumana.
Un eroe mascherato che si fa chiamare Masaniello, forse una guida per il popolo in rivolta, ma anche una creatura crudele, spietato sia con gli spacciatori  che con le forze dell'ordine. 
Accanto a lui Anselmo, vecchio ex camorrista, e Salvatore, disoccupato impegnato nelle battaglie sociali; due gregari di Masaniello e al tempo stesso due capi del movimento di rivolta, figure che collaborano con lui e a volte sembrano dirigere le sue azioni, a volte subire le sue manie senza poterlo controllare, spettatori inermi della sua violenta guerra privata contro gli spacciatori e ogni oppressione.
Sullo sfondo le trame oscure del colonnello Sarrese e dei servizi segreti, controllati dalle banche.

Lara Mastrantuono, giornalista alle prime armi dello storico Mattino di Napoli, è incuriosita da questa figura misteriosa che spaventa e affascina allo stesso tempo. Indaga su di lui, lo segue, per una serie di coincidenze riesce perfino a conoscerlo, a parlare con lui, ad ascoltare la sua storia, il dramma celato dietro la sua maschera.
E a raccontarla, a modo suo, trasformandolo pian piano in un simbolo della lotta, nel nuovo Masaniello, tornato per il riscatto di Napoli.
Nel libro si alternano i racconti delle vicende "reali" del 2038 con gli articoli di Lara che raccontano le stesse storie in maniera diversa, creando una specie di verità parallela per alimentare la leggenda.
Presenti anche molte citazioni da canzoni napoletane o aforismi attribuiti a Masaniello, tratti da pubblicazioni di Lara intitolate "Pensieri all'ombra del vulcano" e "In cerca di Masaniello".
Una storia da leggere, nonostante alcune parti un po' crude, che fa riflettere sul declino della società, sulle manipolazioni dell'informazione, sul potere  delle banche e dei servizi segreti.
Interessante l'analisi del mondo giornalistico, messo in crisi dalle interferenze del regime, ma anche dalle notizie fai da te, da quel fiume incontrollato di informazioni non verificabili che sta facendo crollare l'informazione di qualità e il ruolo di garanzia delle testate giornalistiche ufficiali.
Una realtà futura che forse esaspera al massimo i mali di oggi, indicandoci cosa potrebbe accadere continuando su questa strada, quasi un modo per parlare dei mali del presente collocandoli nel futuro.

Titolo: 2038: la rivolta
Autore: Francesco Grasso
Traduttore: -
Editore: Mondadori (Urania 1403)

ISBN: non disponibile
ASIN: B00G6P8ZBE
Scheda cartaceo:  Amazon |

2038: la rivolta è anche scaricabile gratuitamente da LiberLiber.  Ringrazio l'autore per la scelta generosa e controcorrente; una ragione in più per non lasciarselo sfuggire. ;-)


Altre informazioni su
Catalogo Vegetti della Letteratura Fantastica  - 2038: la rivolta
Mondo Urania - 2038: la rivolta

Due brevi stralci in versione audio sono disponibili sul sito della Cooperativa Anastatis
  • http://www.anastasis.it/phocadownloadpap/audioLoquendo/paola_2038.mp3
  • http://www.anastasis.it/phocadownloadpap/audioLoquendo/luca_2038.mp3
Recensione pubblicata anche su Braviautori il 22/01/2016
http://www.braviautori.com/book_2038-la-rivolta.html