Translate

venerdì 17 novembre 2017

Artemis (Allison Wade)


Ci sono autori/autrici che ritornano periodicamente nelle mie letture e di conseguenza nelle recensioni che vi propongo saltuariamente.
È il caso di Allison Wade, brava scrittrice di cui già ho avuto modo di consigliare alcuni scritti; oggi commento il suo Artemis, racconto di fantascienza proposto in ebook in edizione bilingue inglese/italiana nel 2016.



Artemis (Allison Wade)

Artemis affronta in maniera originale e con uno stile molto personale il tema dei viaggi nel tempo, impresa non facile, visti i tanti libri e film già dedicati all'argomento.
Qualunque punto di vista si scelga, si corre sempre il rischio di riproporre, magari inconsapevolmente, idee già apparse in qualche classico della fantascienza.
Allison a mio parere è riuscita a trovare una sua strada, utilizzando uno stile di narrazione fatto di capitoli brevi e concisi, come frammenti di memoria che riemergono in maniera casuale e aiutano il lettore a ricostruire il ritratto della protagonista.
Nella prima scena Artemis appare confusa, si è appena risvegliata all'interno di una stanza, forse ferita o prigioniera, senza ricordare niente del proprio passato, di chi sia e cosa faccia in quel luogo.
Lentamente si riprende dal torpore e cerca di esplorare il mondo intorno a lei, di ricordare il proprio passato.
L'autrice fornisce pochi indizi, lasciando che il lettore scopra i particolari insieme ad Artemis, si immedesimi in lei e nella sua situazione angosciante.
Diventa istintivo leggere il racconto tutto d'un fiato, macinare un capitolo dopo l'altro per arrivare a costruirsi un quadro della situazione, capire chi sia davvero Artemis mettendo insieme i pochi elementi a disposizione.
Non mi soffermo troppo sui particolari della storia per evitare spoiler, posso dire solo che Artemis è un'agente della Chronos Incorporated, incaricata di viaggiare "indietro nel tempo per sistemare cose del passato e avere un futuro migliore", in qualche modo le sue azioni influenzano il destino dell'umanità.
La storia si svolge su diversi piani temporali, spesso accennati solo da un frammento di memoria o da un piccolo riferimento storico, ed è stato concepito inizialmente nel 1999, anno in cui è ambientata parte della storia.
 Il testo originale è stato scritto in inglese e solo successivamente tradotta in italiano.

La trama mi ha ricordato vagamente La fine dell'eternità di Isaac Asimov, che ho letto parecchi anni fa, ma l'autrice ha saputo trovare una sua chiave originale per raccontare la sua storia senza farsi influenzare dagli autori del passato o ricadere nel già visto.

Ho avuto la fortuna di leggere recentemente una versione preliminare dell'opera, uscita nel 2016 come ebook singolo e oggi introvabile.
Attualmente Artemis è inserita in versione italiana nella raccolta Waderland e in lingua inglese in coppia con un altro racconto a tema sovrappopolazione intitolato 18 Billion.


Titolo: Artemis

Autore: Allison Wade
Traduttore: Allison Wade
Editore: Wade Books
Lingua: Inglese e Italiano
Ebook: Amazon