Translate

martedì 25 marzo 2014

Cala il sipario per un vecchio clown

Sono trascorsi ventisei anni dal 26 marzo 1988 quando partecipai al mio primo concorso letterario: il premio Levante organizzato dalla rivista culturale Radar SEI diretta da Armando Rositani
In una affollata sala Tridente della Fiera del Levante di Bari ricevetti il mio diploma di segnalazione, un premio simbolico certo, ma che allora mi sembrava quasi la consacrazione a poeta.
Era la prima volta che mi mettevo in gioco, che permettevo a qualcuno di leggere e giudicare i miei componimenti. Ricordo ancora l'imbarazzo nell'avvicinarmi al tavolo della giuria per ricevere il mio attestato e la grande emozione nell'udire l'attrice Teresa Ludovico, oggi anche affermata regista a livello internazionale, leggere pubblicamente un mio testo.
Ho pensato di riproporvi quella poesia, oggi inclusa nella raccolta Fogli diVersi.


---

Cala il sipario per un vecchio clown


attrice/regista Teresa Ludovico
Venne un vecchio clown,
chissà da dove,
chissà perché.
Venne
e stette lì a giocare
o, come dicea lui,
a recitare.
Ridea la gente
seduta sugli scanni,
obliata ormai da tutti i suoi affanni.
Mi guardò con i suoi occhi stanchi
e mi diede in mano due colombi bianchi.
Andò avanti ancor per ore e ore,
ma nei suoi occhi io potei vedere,
potei capire
lo sguardo strano di chi sta a morire.
Poi il vecchio si accasciò,
in un istante.
Qualcuno rise,
qualcuno pianse,
qualcuno stette lì senza capire
e senza saper neanche cosa dire.
Guardai ancora
e vidi gli occhi spenti
di chi andò via senza lamenti.
Andò via così,
come era venuto
e a noi lasciò solo il suo sorriso
e il suo saluto.




rivista Radar SEI

Antologia Premio Levante